Parte il progetto di ricerca sui possibili effetti che l’inquinamento da polveri può avere sui bambini già dallo stato fetale

gatticoccioni.jpgTerminata la raccolta fondi lanciata da Beppe Grillo, l’Associazione reggiana Carlo Bortolani Onlus è diventata proprietaria del Microscopio Elettronico a scansione ambientale per il valore di Euro 378.000,000. Firmata la convenzione con l’Università di Urbino che vede la Dott.ssa Antonietta Gatti responsabile scientifico. 

Come abbiamo già informato in precedente articolo, nel mese di marzo, dopo dodici mesi, è terminata la raccolta fondi lanciata da Beppe Grillo e che ha visto l’Associazione reggiana Carlo Bortolani Onlus essere il collettore nazionale della raccolta.378.000,00 Euro (trecentosettantottomila euro) è la somma raggiunta da migliaia di donatori che dall’Italia e dall’estero hanno voluto essere piccoli azionari morali del Microscopio Elettronico a scansione Q200FEG e dello strumento accessorio di Microanalisi a Dispersione d’Energia EDS indispensabili per le ricerche sulle Nanopatologie.

2 aprile 2007 | Categoria: Comunicati